Può capitare che anche dopo lavati i denti non si abbia una sufficiente sensazione di freschezza e pulizia. Spazzolino, collutorio e filo interdentale a volte non bastano. Che fare? Un modo c’è di lavarseli meglio, utilizzando i nuovi idropulsori sbarcati sul mercato e firmati dalle principali aziende leader nel settore dell’igiene orale e dentale. Questo apparecchio, che emula il trattamento di pulizia a getto idrico che si fa dal dentista, ha ormai fatto ingresso in bagno dalla porta principale, ritagliandosi subito un posto di rilievo fra gli effetti personali. Il suo uso costante fa bene non solo ai denti, ma alla bocca e alle gengive spesso esposte ad ascessi, infiammazioni, infezioni e patologie che possono sfociare in vere e proprie malattie che causano la perdita del dente.

L’idropulsore è un apparecchio disponibile in vari formati sul mercato, come si può vedere meglio su www.sceltaidropulsore.it, a vederlo ha l’aspetto di una pistolina in grado di emettere dei potenti getti idrici, consta di serbatoi più o meno capienti per contenere l’acqua o una soluzione di acqua e collutorio e si usa direzionando la punta sui denti e azionando lo strumento che funziona a spruzzi intermittenti di maggiore o minore intensità, a seconda dei comandi impressi. Ad esempio, per lavare e rinfrescare le gengive conviene impostare una bassa potenza, altrimenti si potrebbero arrossare o dar luogo a episodi di sanguinamento. Il getto viene indirizzato sugli interstizi fra dente e dente, dove frequentemente restano residui di cibo, e grazie alla forza impressa dal macchinario ogni residuo viene rimosso, compresa placca e tartaro.

Sono tre le componenti comuni a ogni tipo di idropulsore, a prescindere dalle diversità da modello a modello. Innanzitutto è composto da un contenitore, che può avere capienza di litri variabile a seconda delle dimensioni e se è un modello fisso o portatile, in secondo luogo c’è la pompa idraulica e il compresso, la parte deputata a sdoganare lo schizzo che arriva dagli ugelli, anche questi in numero variabile in base alle persone che ne fanno uso. Nessun altro strumento più dell’idropulsore può garantire una perfetta igiene orale, dentale e gengivale, sembra proprio arrivato il momento di averne uno.