Alimentazione, display e funzioni sono i fattori che più pesano nella scelta di un buon Gps da ciclismo. Sono sempre di più i cicloturisti o gli sportivi delle due ruote che si dotano di ciclocomputer Gps, dei nuovi dispositivi che incorporano funzioni accessorie utili a chi va in bici, ma anche a escursionisti e trekkers. Quando si acquista un Gps da ciclismo è importante far caso al display per verificare se è leggibile anche in situazioni di scarsa luminosità o, al contrario, in presenza di luce accecante. Altro aspetto da valutare è l’alimentazione delle batterie, per non rischiare di restare a secco ci si può avvalere di un caricabatterie a energia solare, ricaricabile all’aperto. Perché questi dispositivi sono così utili?

Fra le funzioni offerte calcolano la distanza e il chilometraggio percorso, ma anche i valori altimetrici e la frequenza cardiaca rivelandosi, per certi aspetti, indispensabili. Detto questo, passiamo ad esaminare, in estrema sintesi, le caratteristiche dei modelli Garmin, disponibili in molte varianti di mercato, dai classici del brand utili per visualizzare itinerari, sentieristiche e condividere le mappe in connessione con altri utenti, ma idonei anche per pianificare tracciati ed elaborare dei database sul pc sulla base dei dati raccolti. Per i modelli basici Garmin si parte da 150 euro in su, per poi crescere di prezzo mano a mano che si sale di fascia qualitativa fino a raggiungere vette professionali. I ciclocomputer Gps Garmin della linea Edge misurano come uno smartphone e sono probabilmente il meglio che offre il mercato di riferimento quanto a potenza e performance.

Nati per ciclisti professionisti sulla base di una specifica app per gli allenamenti, in breve tempo si sono estesi a un uso allargato fino a diventare dei prodotti di massa, per quanto usati sempre da utenti selezionati appassionati di cicloturismo. Come gli altri dispositivi di ultima generazione firmati Garmin, anche questi computer da ciclismo Gps si abbinano via Bluetooth allo smartphone interagendo con messaggistica e notifiche. I modelli Garmin più evoluti sono provvisti anche di accelerometri per rilevare eventuali incidenti, montano un motore di navigazione presentando un routing di eccellente qualità. In pratica, il meglio del meglio in fatto di gps da ciclismo.